L'Ultimo. Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler (1940-1945)

Rochus Misch

You are here: Home - Uncategorized - L'Ultimo. Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler (1940-1945)


L'Ultimo. Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler (1940-1945)

L Ultimo Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler Rochus Misch l ultimo L ultimo sopravvissuto delle guardie del corpo di Adolf Hitler L ultimo soldato ad aver lasciato il bunker del F hrer il maggio il giorno in cui l Armata Rossa s imposses

  • Title: L'Ultimo. Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler (1940-1945)
  • Author: Rochus Misch
  • ISBN: 8876151664
  • Page: 176
  • Format:
  • Rochus Misch l ultimo L ultimo sopravvissuto delle guardie del corpo di Adolf Hitler L ultimo soldato ad aver lasciato il bunker del F hrer il 2 maggio 1945, il giorno in cui l Armata Rossa s impossessa della capitale del Terzo Reich, ormai in rovina Uno dei pochi testimoni ad aver visto i corpi inerti del dittatore e della sua compagna, Eva Braun, accartocciati su un canap nella loro tomba di cemento e acciaio L SS di ventisette anni a cui Joseph Goebbels, Ministro della Propaganda, si rivolto qualche minuto prima di suicidarsi a sua volta Oggi Rochus Misch accetta di raccontare il suo passato, segnato dalla tragedia tedesca del secolo XX Per la prima volta, accetta di ripercorrere le tappe della sua vita e di rivelare nei dettagli i suoi ricordi, in un opera che porter il suo nome Questo racconto il risultato del lavoro di diversi mesi Un esercizio delicato, a volte penoso e molto spesso insopportabile per un uomo vecchio, che coltiva solitario e senza posa il giardino della sua memoria, avendo molta cura di mettere da parte i cattivi pensieri.

    • [PDF] Download ☆ L'Ultimo. Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler (1940-1945) | by ✓ Rochus Misch
      176 Rochus Misch
    • thumbnail Title: [PDF] Download ☆ L'Ultimo. Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler (1940-1945) | by ✓ Rochus Misch
      Posted by:Rochus Misch
      Published :2018-08-03T23:29:34+00:00

    One thought on “L'Ultimo. Il memoriale inedito della guardia del corpo di Hitler (1940-1945)

    1. Davide P. on said:

      E' stato un libro che mi ha fatto sentire come se vivessi pure io dentro la storia del tempo. Si intuisce che è stato veramente vicino al seguito di Hitler. Ho letto anche il libro della segrataria Traudl, ma questo di Rochus, sebbene lui non ebbe vissuto proprio a strettissimo contatto del fuhrer, racconta moltissime cose in più. Sembra un romanzo da quanto è coinvolgente, tanto che ogni tanto ne rileggo un capitolo. Per fortuna decise prima di andarsene da questa vita di scrivere queste int [...]

    2. Cliente Amazon on said:

      Non so se questo mio giudizio sarà mai letta da qualcuno ad ogni modo lo reputo un libro straordinario, basta non dare troppo peso alle note e alla prefazione dell'autore. Leggere i fatti raccontati da Rochus Mish è più che sufficiente per avere un nuovo punto di vista sull'Uomo che era Hitler.Buona lettura.

    3. Armando on said:

      Libro che era bene scrivere e che è bene leggere. Ci dice come persone "normali" possano vivere e in parte esser complici di situazioni e vicende del tutto anormali

    4. Mandex on said:

      Far parte del corpo di guardie personali di Adolf Hitler è un'esperienza che segna la vita. Dalla sua posizione privilegiata, Rochus Misch li ha visti e conosciuti tutti: Goebbels, Goring, Himmler, Speer, Bormann, Von Schirach. E naturalmente lui, il capo supremo, il simbolo stesso del Reich che avrebbe dovuto essere millenario. Alla bella età di 88 anni e in qualità di ultimo testimone oculare vivente del bunker, Misch prova a tracciare un bilancio dei cinque anni trascorsi nella Cancelleria [...]

    5. contedesign on said:

      Per chi è appassionato di storia, una interessante testimonianza di una delle guardie del corpo di Hitler.Racconta una realtà mai raccontata, in versione semplice e veritiera, fino ad ora è stata raccontata e romanzata sempre in maniera negativa, per ovvi motivi politici. Questo è solamente un diario di un periodo senza morali e senza preconcetti, la realtà di quegli anni e di quei momenti scritta da chi c'era!

    6. Chiara Poli on said:

      Sono combattuta: se da un lato fornisce una preziosa testimonianza storica, ricca di dettagli che in altro modo non avremmo potuto conoscere, dall’altro lato fa arrabbiare. Il continuo ripetere “non sapevo niente, non avevo capito, ero solo la guardia del corpo, ero all’oscuro di tutto” da parte dell’autore è fastidioso, irritante, esasperante. Se si fosse limitato a (cercare di) convincerci della sua totale estraneità agli orrori nazisti nell’introduzione, il risultato non sarebbe [...]

    Leave a Reply

    Your email address will not be published. Required fields are marked *